EGITTO. LE MERAVIGLIE DEL CAIRO

Siamo arrivati di notte, eravamo fuori dall’aeroporto verso le 3 del primo giorno dell’anno. Pochi minuti e via sul primo taxi economico (neanche troppo). L’indirizzo dell’ostello era falso, quindi abbiamo girato per un paio d’ore senza trovare niente, visto la festività.

Un simpatico e furbissimo signore, ci ha offerto un posto in terra dove poter dormire, fingendosi veramente interessato a noi. Poi lo conosceremo meglio. ahahah. Fatto sta che la sporcizia e la scomodità, dopo poco più di un’ora ci hanno fatto prenotare un alberghetto per la notte successiva e ci siamo messi alla ricerca di quest’ultimo. Dopo qualche ora eravamo a letto, prima però una vista dalla terrazza sulle piramidi di Gyza, WOW. Torneremo al tramonto. Buonanotte.

Queste le foto del tramonto appena svegliati,  una delle cose più belle che abbia mai visto in vita mia.

Dopo il tramonto, dato che avevamo lasciato il signore senza neanche salutarlo, siamo tornati indietro ed abbiamo chiesto a lui di organizzarci la giornata successiva. Grave errore. Alba con vista sulle piramidi, ed a seguire ingresso guidato per capirne un pochino di più. Risultato? abbiamo fatto tutto con una lentezza assurda e la guida non era preparata assolutamente. Siamo stati veramente bene ugualmente ed abbiamo vissuto una giornata da egiziani. Nelle foto noterete il signore, Sam e in sequenza quello che vi ho appena raccontato.

E’ arrivata la sera di questo giorno interminabile e ci siamo trasferiti con Uber, l’applicazione dei taxi,  in Downtown, nella parte commerciale del Cairo. Ludovica è stanca che non ne può più e dopo aver trovato una stanza, dopo le mille avventure della giornata, ci vediamo con Khaled, un bravissimo ragazzo. Ceniamo e giriamo per le vie della Cairo vecchia, fino a quando, devastati dalla stanchezza, non torniamo verso il tanto sognato letto. Di seguito le foto della serata in giro.

Decidiamo di lasciare Il Cairo il giorno seguente, prima però una visita rapida nei bazaar. Purtroppo non abbiamo potuto vedere molte cose, ma sentiamo la necessità di lasciare la caotica città.

Ultima carrellata di immagini e poi via verso le meraviglie di Luxor con il Night bus che a momenti sembrava perso.

Che ve ne pare come inizio? Mi sono riservato un paio di foto da inserire nel toto mostre 2019. Ho bisogno di altro tempo, chissà cosa ci riserverà Luxor. Lo scopriremo tra qualche giorno.

CONDIVIDETE E COLLEGATEVI A TUTTI I CANALI.

INSTAGRAM  

YOUTUBE (nuovo canale)

VI ABBRACCIAMO. ITS ALL ABOUT LOVE.

Stefano Lotumolo
In viaggio dal 2015, con l'obbiettivo di stare in contatto col mondo.
Share
This

Post a comment