Riprendiamo dove avevamo lasciato la prima parte, che potete comunque rileggere e rivivere nelle moltissime immagini collegandovi a questo link: SUL SENTIERO DEL BNE AKHA TRIBE LAOS.

La mattina seguente abbiamo deciso di alzarci all’alba nonostante le poche ore di sonno per viverci il risveglio del villaggio, ma onestamente dopo poco abbiamo optato per l’opzione “torniamo a riposarci” che la giornata avrà in serbo altre emozioni.

Infatti è stato proprio così. Appena prima di pranzo,  abbiamo deciso di improvvisare un piccolo set fotografico per ovviare ad una luce esterna troppo intensa e non propriamente buona per fotografare. Guardate cosa ne è venuto fuori.

La bellezza, la loro autenticità, il nostro rispetto per permetterci di entrare in una connessione più profonda. Questa è la famiglia che ci ha ospitato in casa loro, che ci ha permesso di vivere con i loro ritmi e si sono messi a disposizione per essere immortalati. Ovviamente abbiamo lasciato una buona mancia per la loro disponibilità, anche questo in segno di totale rispetto. Secondo le loro usanze le donne che hanno un neonato non possono farsi fotografare perché questo comporterebbe dei problemi di salute per il piccolo. Ovviamente le foto che trovate in questi articoli sono in qualità ridotta per permettere caricamenti online delle immagini più rapidi, visto che già in queste condizioni abbiamo molti problemi data la scarsa forza dei wifi. Dettagli.

Grazie ancora Akha People, sicuramente vi porteremo con noi in giro per l’Italia e nel mondo nelle nostre future esposizioni fotografiche. Prima di partire salire in scooter gli ultimi scatti rubati al villaggio. La cassetta che vedete in una foto viene usata da giovani coppie che, una volta raggiunta la maggiore età, decidono di proseguire il percorso di vita insieme. La coppietta si trasferisce in quello spazio ridotto fino a quando non optano per vivere nella casa dei genitori del ragazzo.

Dopo pranzo ci siamo preparati e messi in moto per tornare alla base e durante il tragitto abbiamo deciso di fermarci in un paio di villaggi che sapevamo di trovare sulla via del ritorno. Il primo non presentava minoranze etniche ma semplicemente era abitato da gentili Laotiani.

Che bella la bambina che voleva a tutti costi aiutare la mamma a portare la legna.

Abbiamo dedicato più tempo al secondo villaggio, i Lanten, una minoranza arrivata in Laos circa un centinaio di anni or sono dalla Cina. Dato che siamo in partenza per altri 3 giorni di isolamento dal mondo ed avremo la possibilità di passare del tempo in un’altro villaggio remoto con i Lanten, vi postiamo le fotografie fatte nelle poche ore di permanenza ed approfondiremo l’argomento tra pochi giorni.

La simpatica signora ha la bellezza di 91 anni portati egregiamente, considerando la mole di lavoro che sicuramente ha dovuto affrontare nella propria vita.

Buona luce amici belli. Siamo soltanto all’inizio di questa meravigliosa avventura e non vediamo l’ora di raccontarvi tante altre storie condite da immagini reali. Questa è la fotografia che ho deciso di omaggiare a chi è arrivato anche questa volta alla fine del racconto. La pace di questo piccolo che dormiva cullato dalla mamma dentro un’amaca.

Fateci sapere le vostre emozioni, condividendo e commentando tutto ciò che avete appena vissuto.

A presto. Saremo via per qualche giorno immersi nella natura tra animali, stelle e meravigliose persone.

Stefano e Ludovica.

Stefano Lotumolo
In viaggio dal 2015, con l'obbiettivo di stare in contatto col mondo.
Share
This

2 Comments

  1. Tina

    Gli occhi di quei bambini sono penetranti, che meraviglia la tua condivisione, leggendo e guardando le Foto ero li con voi 💚
    Grazie ragazzi, illuminate il Mondo con i vostri cammini, sempre luce su di voi 😘

  2. Rosa

    Vi sono grata per la condivisione, tutto scorre molto velocemente e ciò che provo guardando i tuoi scatti è la sospensione del tempo, ho la sensazione di fluttuare , tutto è leggero ma allo stesso tempo così pesante , carico di sentimenti, il “dono” ricevuto da ogni scatto è alimento per la mia anima! Spero un giorno di essere una vostra compagna di viaggio!
    Buon viaggio nel sentiero del bene .
    Saluti, Rosa

Post a comment