10 GIORNI A SPASSO NELLE PHILIPPINE, IL RACCONTO

L’idea di passare del tempo nelle mete più famose non mi piaceva per niente, per questo con la nostra amica Marta abbiamo deciso di andare in esplorazione in direzione Nord da Manila.

Banaue con le sue risaie, presenti comunque ovunque in questa zona, è un piccolo centro dove alle 8 di sera hai difficoltà a  trovare qualcosa da mangiare. Ci sono alcune persone anziane vestite con abiti tradizionali che aspettano turisti per fare le foto. Da qua abbiamo noleggiato la moto per andare nel villaggio della donna tatuatrice a Buscalan.

Dopo un inizio in moto non molto semplice, non avevo mai guidato una moto cosi grande con le marce se non mezza giornata in India ehehehe.

Dopo un piccolo trekking di un oretta arriviamo in questo villaggio molto tipico, dove l’ultima famosa donna tatuatrice Whang-Od, si dice abbia 101 anni, ha messo su diverse nipoti le quali tatuano al posto suo permettendo alla tradizione di continuare. Lei mette soltanto 3 punti come firma. Ovviamente mi sono fatto tatuare come avete già visto. Il luogo non era molto pulito se devo esser sincero ma ormai è andata ahahaha.

Il villaggio nonostante tutto è rimasto molto autentico e spero si preservi cosi anche nel futuro.

Il giorno seguente ci siamo mossi verso Sagada, il clima nonostante fossimo in montagna è sempre stato perfetto. Qua gli Igorot, la popolazione residente nella regione montuosa di Sagada, onoravano i morti costruendo delle bare di legno che venivano personalizzate per poi essere issate sulla montagna. Una «pratica» che voleva difendere la salme dalle inondazioni e dagli animali, oltre che simbolicamente offrirle al cielo.

Ho trovato questa gita abbastanza monotona, non l’ho trovata una tradizione ancora oggi sentita.

Bella la cascata ed il villaggio per arrivarci.

 

Dopo questi giorni eravamo combattuti sul dove andare ed abbiamo optato per il surf spot Beler.

Qua la parola d’ordine tra i ragazzi era accoglienza, si percepiva benissimo un senso di unione in questo piccolo paesino. Non ho fatto molte foto, anzi diciamo che per alcuni giorni ho deciso di prendermi un break per ricaricare le pile e surfare, poi un pomeriggio abbiamo noleggiato uno scooter e ci siamo addentrati tra le risaie dove un gentilissimo signore, dopo aver lavorato tutto il giorno, ci ha offerto una birra mentre lui ed il suo amico si sono scolati una bottiglietta di vodka, bellissimi.

La pausa ha dato i suoi frutti, qua ho tirato fuori una foto che mi piace moltissimo, che vedrete nelle mostre…!!!!!

Ah come vi ho già detto, domani esce il calendario finalmente..!!!!

Da voi è domenica pomeriggio, io invece da Kanazawa vado a letto, oggi sono stato tutto il giorno sul divano dell’ostello perchè dovevo mettermi in pari con tutto il lavoro.

Domani giorno di esplorazione.

Beh buona domenica amici belli, vi abbraccio uno ad uno.

ITS ALL ABOUT LOVE

Stefano Lotumolo
In viaggio dal 2015, con l'obbiettivo di stare in contatto col mondo.
Share
This

Post a comment