SUL SENTIERO DEL BENE – LA PACE IN MUANG NGOI, FONTE DI GRANDE ISPIRAZIONE

Arriva un momento in cui tutto intorno a te ti è familiare, e non sai come mai. Tutto intorno a te è pace. Non puoi far finta di niente. Arrivati a Muang Ngoi abbiamo deciso di fermarci senza pensare ad una data precisa di ripartenza. Stop per un attimo. Era arrivato il momento di prenderci i nostri tempi e così è stato. Anche io ad esempio non ho praticamente mai scattato se non in un paio di situazioni al tramonto ed una mattina alle 6:30 per l’offerta di cibo che le famiglie locali riservano ai monaci Buddhisti che vivono nel tempio del villaggio.

In quei luoghi ancora remoti ed autentici, nonostante il turismo sia la fonte di guadagno principale per la maggior parte delle famiglie che vi vivono, si ha la possibilità, concedendosi del tempo per se stessi, di ritrovare un equilibrio interiore. Almeno per noi è stato esattamente così. Il luogo perfetto nel momento opportuno, come se l’Universo fosse a conoscenza di tutto ciò e ci ha donato questa ulteriore meraviglia, ci ha dato come premio la possibilità di venir abbagliati da così tanta bellezza.

Come si fa a non innamorarsene? Onestamente non abbiamo neanche raggiunto un View Point, ma siamo felici che le cose siano andate esattamente come dovevano andare. Una mattina come dicevo mi sono alzato presto ed ho osservato i giovani monaci passare come ogni giorno a raccogliere le offerte di cibo delle famiglie locali. Tutto molto bello, mi ha ricordato moltissimo il Myanmar. Ed in questo scenario tutto era ancor più incantevole.

Un’altra piccola escursione che ci siamo concessi è stata raggiungere a piedi, a ben 5 km di distanza, uno dei tre villaggetti raggiungibili. Una bella passeggiata senza pretese, finita anzitempo a rilassarci sull’amaca del nostro bungalow fantastico che ci è costato 5 euro a notte. Unica nota dolente il freddo che scendeva la sera e che una notte ha raggiunto perfino i 2 gradi. La Ludo alle 8 circa si addormentava. 🙂

Ho iniziato anche a scrivere il prossimo libro. Non so onestamente quando riuscirò a finirlo, anche perché già di per se viaggiare e documentare quello che stiamo vivendo è un bellissimo impegno. Mi piace il nome: “Sul Sentiero del Bene”, è un qualcosa che ci accomuna, ognuno vivendo il proprio.

Quest’ultima fotografia a mio avviso lo rappresenta molto bene.

Inoltre con la Ludo ci siamo messi a giocare con la reflex ed è venuto fuori questo ritratto senza luogo. I suoi occhi in quel momento non hanno appartenenza. SONO OCCHI DEL MONDO.

Chiudiamo con questa bella signora che ricuce a mano il mio zaino fotografico già provato da questo mese di viaggio.

Esistono ancora luoghi magici nel mondo, villaggi che nonostante siano al passo col turismo, mantengono la loro dose di autenticità. Sono grato di poter portare anche voi in questo viaggio.

Siamo tutti su un Sentiero del Bene.

Condividete se apprezzate il nostro onesto reportage di ciò che stiamo vivendo.

E seguiteci mettendo mi piace alle sottostanti pagine Instagram e Facebook.

Stefano e Ludo.

Stefano Lotumolo
In viaggio dal 2015, con l'obbiettivo di stare in contatto col mondo.
Share
This

5 Comments

  1. Katiuscia

    Sempre più emozionante seguirvi… Ammirare questi posti fantastici grazie ai tuoi scatti… Foto vive… Ricche di vita reale… Tramonti e luigi spettacolari… Continuate così… Un abbraccio dall adorata Sardegna.. 💞

    1. Katiuscia

      Scusate…. Luoghi non luigi🙈🙈🙈

    2. Stefano Lotumolo

      ciao.. devo sempre capire bene come rispondere ai commenti da sito ma ce la farò. grazie a te. grazie di essere con noi in questo viaggio. cercheremo sempre di rimanere reali e ci vedremo presto in Sardegna…

  2. Andrea

    Complimenti realizzarsi così tutti insieme hai piaceri della Salute non solo interiore anche del convivere Bene con gli altri e con tutto ciò che ci circonda

    1. Stefano Lotumolo

      esatto ed è bellissimo. è tutto in armonia. grazie.

Post a comment