SUL SENTIERO DEL BENE – RITROVARSI TRA LE BRACCIA DELLA NATURA

Lo ammetto, ho del lavoro arretrato da fare. Sono felice che sia così. Il Laos per me e Ludo è stata la pace dei sensi, un ritrovarsi ancora una volta uniti in un percorso iniziato molto tempo prima. Il tempo. Per gran parte della mia vita l’ho vissuto come uno scorrere inesorabile di momenti che proprio non riuscivo a fare miei. L’apparenza faceva di me lo specchio di un’altro Stefano che adesso stento a ricordare.

Il Laos per noi sarà sempre CASA, sarà il luogo in cui ci ritroveremo quando avremo bisogno dei nostri tempi, dei nostri ritmi. in questa terra il Tempo viaggia su binari particolari e se decidi di salire a bordo, è giusto stare alle sue regole.

Per non parlare della natura. In Laos la vivi, godendo di spettacoli incredibili senza pensare a nient’altro che vivere quei momenti, immergendoti completamente nel suono del fiume che si fa spazio tra le rocce e  nella potenza disarmante dell’acqua mentre vola da altezze importanti.

Abbiamo condiviso questi momenti con una giovane coppia abruzzese, grazie ragazzi.

Dopo cosi tanta energia il paradiso all’improvviso. Una parte di fiume in cui si poteva liberamente camminare tra le rocce e fare il bagno in totale pace ed armonia con la Natura. Lascio la parola alle immagini.

A tempo debito tutte le info con nomi delle cascate e via dicendo nell’articoletto inerente, oggi ho solamente voglia di comunicare con voi.

In questi giorni abbiamo fatto il bagno con degli elefanti di un resort con molto rispetto. Durante gli Elefanti  una notizia meravigliosa, una cara amica che fa parte della nostra grande famiglia, Giulia, ci ha comunicato che aspetta una nuova creatura. Grazie di averci resi partecipi condividendo le vostre emozioni.

Altre cascate ed altre emozioni, in un magnifico scenario da film.

A proposito di film. Pare sia ufficiale che abbiamo venduto il nostro “Its All About Love” alla piattaforma Chilly e che anche Infinity sia interessata. Ancora stento a crederci dopo tutte le avventure che abbiamo vissuto.  Voglio godermi tutto quando sarà concluso. Il “caso” ha voluto che fossi via e che dunque Mirko si occuperà di aiutarli nei doppiaggi. Le ultime scene le abbiamo girate durante la serata a Teatro.

Tornando al presente, abbiamo visitato un villaggio animista particole in cui le famiglie permettono matrimoni a figlie di circa 14 anni e possono capitare mariti anche sopra i quaranta anni. Ho percepito un’energia strana, che poi vi racconterò. Inoltre utilizzano una specie di bong per fumare tabacco, è permesso utilizzarlo fin da bambini.

Nel frattempo siamo tornati a Pakse ed abbiamo esteso il nostro visto di 5 giorni per goderci al meglio anche le 4000 Islands, dove trascorreremo il primo Natale di Ludo fuori da casa. Don Det sarà il nostro ultimo rifugio in Laos. Non potevamo chiedere di meglio che dormire dentro il leggendario e mistico Mekong.

Per finire alcune foto del viaggio per arrivare a Pakse passando da Vientiane, scattate nelle poche ore in città. Il monaco invece è ritratto a Pakse.

Bisogna fare dei passi indietro e renderci conto di quanto abbiamo a disposizione nel nostro quotidiano, dobbiamo esser pronti a debellare questa piaga fascista che sta provando a tornare in Italia. Perché noi non ci stiamo a voltarci dall’altra parte quando in un ospedale a Sondrio, una madre vede morirsi la figlia di 5 mesi tra le braccia ed al posto di esser rincuorata, riceve insulti razzisti gravissimi ed inaccettabili.

Non possiamo permettere che questo accada, per rispetto di tutto il bene che abbiamo a disposizione. Il limite è stato oltrepassato, sappiamo benissimo da dove deriva questa ondata di odio, lo sappiamo. Tutti quanti, anche chi lo inneggia a salvatore della patria. La storia non si deve più ripetere. L’odio sta distruggendo questo mondo così tanto gentile con noi a concederci di vivere nella sua bellezza e maestosità.

Basterebbe trovare nella Natura quel tutto, non nella continua ed affannosa ricerca del’eccesso.

Stiamo distruggendo il mondo. In questi paesi bruciano di tutto e vedi spesso alzarsi nuvole di questo colore. Sappiamo anche questo e sarebbe opportuno intervenire.

Questa è la mia umile idea, sto cercando di vivere altre culture per apprendere nuove lezioni e documentarle.

Vi salutiamo con questi occhioni di questa bella bambina del villaggio animista.

A subito, come dice sempre la cara RosaMaria.

Stefano Lotumolo
In viaggio dal 2015, con l'obbiettivo di stare in contatto col mondo.
Share
This

1 Comments

  1. Rachelr

    Amazing!!!!!

Post a comment