SOGNO UN MONDO PIU’ COMPASSIONEVOLE

Ho riflettuto molto in base a ciò che è successo ieri con i tifosi dell’Inter…. sapete cosa penso? Ho ricevuto molti commenti al post dei festeggiamenti a Milano, una persona ha detto che secondo lui non meriterebbero di ricevere le cure mediche in caso di contagio…

Ci ho pensato e ripensato, poi ho tratto la mia conclusione: a mio avviso non sarebbe corretto essere così drastici, perché sono figli del sistema. Se avesse vinto il Milan o la Juve o Roma, sarebbe stata la stessa cosa…

Analizziamo il fatto e cerchiamo di capire. Adesso molti tifosi di altre squadre avranno commentato contro gli interisti e se devo essere onesto, lo Stefano di dieci anni fa sarebbe stato a festeggiare se la Juventus avesse vinto lo scudetto, quindi, anche se allo Stefano di adesso gli girano altamente le palle, vorrei riflettere su una cosa: immaginatevi se il Napoli avesse vinto lo scudetto…

Come molti ormai conoscono di me, adoro Napoli e i campani. Napoli rappresenta per me una delle poche città al mondo in cui sogno di vivere almeno un periodo della mia vita. Ma adesso, immaginatevi il 2 Maggio 2021 con lo scudetto assegnato al Napoli, cosa sarebbe accaduto? Non è una critica e vi prego non accanitevi in commenti inutili, io mi ritengo un uomo del sud, ma realmente, cosa sarebbe successo oggi?

E per dirla tutta, l’Inter era una squadra della fantomatica “superlega”, un progetto che non credo mirasse al bene dei tifosi, ma ai portafogli delle stesse squadre più “blasonate”, fregandosene di anni di storia vissuta sulla nostra pelle.

La mia riflessione dove vuole arrivare… ciò che è accaduto ieri in piazza a Milano e in altre piazze d’Italia, riguarda tutti noi! È inutile la caccia al colpevole. Se vogliamo vivere in Armonia e iniziare a sentirci tutti veramente un po’ italiani, dovremo impegnarci di più e provare tutti insieme a CAMBIARE…

Per cambiare basterebbe iniziare a comportarci in maniera consona col momento. Non è mai tardi per iniziare… che ci crediate o meno in India muore la gente per strada e leggendo vari articoli di giornale, in molti dicono che sembra l’apocalisse. Sta accadendo qualcosa che non era mai successo alle ultime generazioni, i libri di storia saranno invasi dal Covid e da quello che seguiterà. Non sappiamo come sarà il futuro, ma abbiamo il dovere di comportarci in maniera coerente con il presente, per rispetto della povera gente in India, in Brasile, ovunque nel mondo sia morta e sta morendo gente.

Per rispetto dei medici, degli infermieri, di noi stessi…

In questi mesi immerso nella scrittura del libro Il Cammino del Bene, che andrà in stampa in pochi giorni, ho avuto modo di riflettere moltissimo. Il cammino in silenzio mi ha stravolto l’esistenza ancora una volta e mi ha permesso di rivedere molte cose del mio carattere, perché ogni giorno è buono per provare a migliorarci e diventare un essere umano migliore di ieri.

In questi giorni il mio pensiero è rivolto all’India costantemente, sono pervaso da tanti ricordi. Il mio Cuore è veramente spaccato. Come si fa a non capire che un mondo più compassionevole può farci vivere meglio tutti? Almeno una volta proviamo insieme a dare al calcio l’importanza che dovrebbe meritare e iniziamo a vivere con più responsabilità, con un nuovo senso di fratellanza. Siamo il popolo Italiano, ma non per questo dobbiamo ignorare ciò che avviene nel mondo. Insieme possiamo curarci di noi stessi e delle persone che non hanno niente in questa esistenza, nemmeno l’acqua per bere. L’ho visto con i miei occhi, ho immortalato quei momenti e non posso non pensarci in queste occasioni!

Dalla prossima settimana, ogni lunedì pubblicherò un articolo sul mio Blog in cui vi parlerò e ci confronteremo su vari temi miei cari lettori. La scrittura è ormai entrata a tutti gli effetti nella mia vita e sono molto felice di aver modo di esprimere la mia visione del mondo liberamente. Diamo per scontato troppe cose pur vivendo in un Paese che ci permette molte libertà, ma quest’ultima troppo spesso in giro per il mondo viene privata a molti individui…

La consapevolezza può farci fare il salto di qualità verso una nuova evoluzione, continuare a comportarci così non porterà a niente, se non a farci litigare tra di noi…

Stefano Lotumolo
In viaggio dal 2015, con l'obbiettivo di stare in contatto col mondo.
Share
This

Post a comment