“Era genuina, vera, sincera, calda, umanamente intelligente, generosa.  Presto la Mamma divenne per me non soltanto una persona, ma un mondo al quale io sentivo di appartenere. Perché lei era tutto. Primo, costituiva una certezza attorno alla quale tutto girava, un senso di sicurezza. È
Sono le due di notte e sono nella mia camera. Come è successo in ogni altro cambiamento avvenuto nella mia vita sono qua, tra queste quattro mura che sono da sempre il mio rifugio più sicuro. Sono alle prese con un’altra trasformazione dettata dal cammino